MATERIE SUSSIDIARIE

 

Nel conto rileviamo:

Il valore delle materie sussidiarie in rimanenza al termine dell'esercizio.

 

Natura del conto:

Economico - trattasi di costi sospesi in quanto destinati a cedere la loro utilità all'impresa negli esercizi successivi.

 

Tipo di conto:

Unilaterale con rilevazioni solamente in DARE.

 
 

Posizione in bilancio:

SP A C I 4


Legenda

SP = Stato Patrimoniale | A = Attivo | C = Attivo circolante | I = Rimanenze | 1 = Materie prime, sussidiarie, di consumo

 

Il conto si chiude a:

Stato Patrimoniale

 

Criterio di valutazione:

Le materie sussidiarie in rimanenza devono essere iscritte in bilancio al costo di acquisto (se acquistate da terzi) o al costo di produzione (se prodotte all'interno dell'impresa).

Nel costo di acquisto si comprendono anche i costi accessori.

Il costo di produzione:

  • comprende tutti i costi direttamente imputabili al prodotto;
  • può comprendere anche gli altri costi, per la quota ragionevolmente imputabile al prodotto, relativi al periodo di fabbricazione e fino al momento dal quale il bene può essere utilizzato;
  • può comprendere anche gli oneri relativi al finanziamento della fabbricazione, interna o presso terzi, sempre per la quota ragionevolmente imputabile al prodotto e relativi al periodo di fabbricazione e fino al momento dal quale il bene può essere utilizzato.

Nel costo di produzione non vanno compresi i costi di distribuzione.

Se il costo così determinato è superiore rispetto al valore di realizzazione desumibile dall'andamento del mercato, le rimanenze di materie sussidiarie vanno valutate a tale minor valore. Esso non può essere mantenuto nei successivi bilanci se ne sono venuti meno i motivi (art.2426 Codice civile, punto 9).

Se le materie sussidiarie in rimanenza sono beni fungibili, in alternativa al criterio precedente, si può effettuare la valutazione col metodo della media ponderatao con il metodo FIFO o LIFO. Tuttavia, se il valore così determinato differisce in modo apprezzabile dai costi correnti alla chiusura dell'esercizio, la differenza deve essere indicata nella Nota integrativa (art.2426 Codice civile, punto 10).

 

Bilancio in forma abbreviata:

Nel bilancio in forma abbreviata lo Stato Patrimoniale comprende le sole voci contrassegnate con le lettere maiuscole e i numeri romani.

Quindi le materie sussidiarie sono indicate insieme a tutte le altre rimanenze (SP.A.C.I).

 
 


MarchegianiOnLine.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

StoriaFacile.net

SchedeDiGeografia.net

LeMieScienze.net