IMPIANTI E MACCHINARI

 

Nel conto rileviamo:

I costi sostenuti per l'acquisto di:

  • impianti (impianti per il riscaldamento e il condizionamento, impianti di allarme, impianti legati all'attività produttiva dell'impresa, forni, ecc..);
  • macchinari (apparati in grado di svolgere in modo automatico o con l'ausilio di persone alcune operazioni).

 

Natura del conto:

Economico - trattasi di costi pluriennali

 

Tipo di conto:

Bilaterale con rilevazioni prevalentemente in DARE


DARE

In dare registriamo le acquisizioni di impianti e macchinari

Esempi:

  • acquisti di impianti o di macchinari;
  • produzioni in economia;
  • apporti da parte dell'imprenditore individuale o dei soci.


AVERE

In avere registriamo:

  • gli storni del fondo ammortamento al momento della vendita o dell'eliminazione dei beni;
  • la vendita del bene o la sua eliminazione dall'azienda;
  • la perdita totale o parziale del bene in seguito ad eventi fortuiti (furti, inondazioni, incendi, ecc..).

 
 

Posizione in bilancio:

SP = Stato Patrimoniale | A = Attivo | B = Immobilizzazioni | II = Immobilizzazioni materiali | 2 = Impianti e macchinario


Il valore degli impianti e macchinari che compare in bilancio è dato dalla differenza tra il valore iscritto in DARE del conto Impianti e macchinari e il valore iscritto in AVERE del conto Fondo Ammortamento Impianti e macchinari.

 

Il conto si chiude a:

Stato Patrimoniale

 

Criterio di valutazione:

La valutazione degli impianti e dei macchinari va fatta tenendo conto delle regole previste dal Codice civile per tutte le immobilizzazioni materiali la cui utilizzazione è limitata nel tempo: il loro costo deve essere sistematicamente ammortizzato in ogni esercizio in relazione con la loro residua possibilità di utilizzazione. Eventuali modifiche dei criteri di ammortamento e dei coefficienti applicati devono essere motivate nella Nota integrativa (art.2426 Codice civile, punto 2).

 

Svalutazione:

Se, alla data di chiusura del bilancio, il valore degli impianti e dei macchinari risulta durevolmente inferiore a quello determinato nei modi precedenti, esso deve essere iscritto a tale minore valore.

Il minore valore non può essere mantenuto nei successivi bilanci se sono venuti meno i motivi della rettifica effettuata (art.2426 Codice civile, punto 3).

 

Bilancio in forma abbreviata:

Nel bilancio in forma abbreviata lo Stato Patrimoniale comprende le sole voci contrassegnate con le lettere maiuscole e i numeri romani.

Quindi gli impianti e i macchinari sono indicati insiemea tutte le altre immobilizzazioni materiali (SP.A.B.II).

 
Per approfondire:

 


MarchegianiOnLine.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

StoriaFacile.net

SchedeDiGeografia.net

LeMieScienze.net