SCRITTURE CONTABILI CONSULENZE

 

Caso in esame:

L'impresa sostiene spese per consulenze (commercialista, notaio, avvocato, ecc..).

 

Esempio:

In data 15/09 dell'anno x, la società Alfa Srl riceve la fattura del commercialista per un importo di 1.000 euro + IVA 22%.

 

Aspetto finanziario ed economico:

+ debiti | VF- | AVERE | Conto DEBITI V/FORNITORI | 1.220 € |
costo | VE- | DARE | Conto CONSULENZE | 1.000 €
+ crediti | VF+ | DARE | Conto IVA NS/CREDITO | 220 €

Legenda

VF- = Variazione Finanziaria Passiva | VE- = Variazione Economica Negativa | VF+ = Variazione Finanziaria Attiva
 
 

Scrittura in PD:

Data Conto Importo Dare Importo Avere Descrizione
15/09/ anno x DEBITI V/FORNITORI  

1.220

Ricevuta fattura n.... dal commercialista.... relativa a spese di consulenza.
15/09/ anno x CONSULENZE

1.000

  Ricevuta fattura n.... dal commercialista.... relativa a spese di consulenza.
15/09/ anno x IVA NS/CREDITO

220

  Ricevuta fattura n.... dal commercialista.... relativa a spese di consulenza.
 
 

Posizione dei conti in bilancio:

Conto Bilancio Legenda
DEBITI V/FORNITORI SP P D 7 SP = Stato Patrimoniale | P = Passivo | D = Debiti | 7 = Debiti v/fornitori
CONSULENZE CE B 7 CE = Conto Economico | B = Costi della produzione | 7 = Costi per servizi
IVA NS/CREDITO SP A C II 5bis SP = Stato Patrimoniale | A = Attivo | C = Attivo circolante | II = Crediti | 5bis* = Crediti tributari

* Fino ai bilanci 2015 i crediti tributari costituiscono la voce 4-bis dell'attivo circolante.

 
 
 
 
 


MarchegianiOnLine.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

StoriaFacile.net

SchedeDiGeografia.net

LeMieScienze.net