DEBITI DI FINANZIAMENTO E DEBITI DI FUNZIONAMENTO

IL CAPITALE DI TERZI

CAPITALE DI TERZI

Il capitale di terzi si divide in:

  • debiti di finanziamento;
  • debiti di funzionamento.

DEBITI DI FINANZIAMENTO

I debiti di finanziamento sono costituiti da apporti di denaro nell'azienda da parte di terzi che possono essere banche o altri istituti di credito, obbligazionisti e altri finanziatori.

Nel momento in cui l'impresa contrae un debito con un terzo essa si impegna:

  • alla restituzione, delle somme prese a prestito, alle scadenze concordate;
  • al pagamento degli interessi nella misura e nei modi stabiliti. Per i debiti di finanziamento viene stabilito tra le parti un tasso di interesse: per questa ragione si dice che su questi debiti l'interesse è esplicito, cioè palese, dichiarato.

I debiti di finanziamento possono assumere varie forme tecniche: mutui, scoperti di conto, anticipazioni, sconti cambiari, prestiti obbligazionari, prestiti ottenuti da società appartenenti allo stesso gruppo, ecc..

DEBITI DI FUNZIONAMENTO

I debiti di funzionamento sono detti anche credito mercantile o di fornitura o debiti di regolamento. In altre parole si tratta di una forma di finanziamento che sorge in relazione alle normali operazioni di compravendita quandoi fornitori di merci, materie prime, servizi, ecc.. concedono una dilazione di pagamento.

Quindi, questa forma di credito non ha per oggetto la concessione di un prestito vero e proprio, ma il finanziamento è determinato dalla modalità di pagamento di una operazione di compravendita.

Esempio:

l'impresa acquista merci per 2.000 euro con pagamento a 60 giorni. Per l'impresa sorge un debito che non sarebbe sorto se la merce fosse stata pagata in contanti. Quindi il debito sostituisce l'esborso di contanti.

In altre parole il fornitore vendendo la merce a credito finanzia l'impresa.

Nei debiti di funzionamento la remunerazione è già inclusa nel prezzo pattuito. In pratica il fornitore stabilisce il prezzo tenendo conto anche della dilazione di pagamento che accorderà al suo cliente: così, ad esempio, fisserà un certo prezzo per il pagamento in contanti, un prezzo maggiore per il pagamento a 30 giorni e ancora maggiore per il pagamento a 60 giorni, e così via.

Per questa ragione si dice che i debiti di finanziamento sono finanziamenti ad interesse implicito.

FINANZIAMENTI DIRETTI ED INDIRETTI

I debiti di finanziamento sono detti anche finanziamenti diretti, mentre i debiti di funzionamento sono detti finanziamenti indiretti.

 
 
 


MarchegianiOnLine.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

StoriaFacile.net

SchedeDiGeografia.net

LeMieScienze.net

Newsletter

Se vuoi essere informato ogni volta che il nostro sito viene aggiornato, iscriviti alla newsletter