SCRITTURE CONTABILI RILEVAZIONE DELLE RIMANENZE INIZIALI

 

Caso in esame:

All'inizio dell'esercizio si procede a rilevare i costi delle rimanenze di magazzino provenienti dall'esercizio precedente.

 

Esempio:

La società Alfa Srl, al 1° gennaio dell'anno x, ha in magazzino merci in rimanenza per 10.000 euro.

 
Aspetto finanziario ed economico:
VE-| DARE| Conto VARIAZIONI DELLE RIMANENZE DI MERCI | 10.000 €
VE+| AVERE| Conto MERCI | 10.000 €

Legenda:

VE- = Variazione Economica Negativa | VE+ = Variazione Economica Positiva
 
 

Scrittura in PD:

Data Conto Importo Dare Importo Avere Descrizione
01/01/ anno x VARIAZIONE DELLE RIMANENZE DI MERCI

10.000

  Rilevate rimanenze iniziali di merci
01/12/ anno x MERCI  

10.000

Rilevate rimanenze iniziali di merci
 
 

Posizione dei conti in bilancio:

Conto Bilancio Legenda
MERCI* SP A C I 4 SP = Stato Patrimoniale | A = Attivo | C = Attivo circolante | I = Rimanenze | 4 = Prodotti finiti e merci
VARIAZIONE DELLE RIMANENZE DI MERCI* CE B 11 CE = Conto Economico | B = Costi di produzione | 11 = variazione delle rimanenze di materie prime, sussidiarie, di consumoo merci

* Nello Stato Patrimoniale tutte le rimanenze di magazzino sono collocate nell'attivo circolante (SP A C) tra le rimanenze (I). Il conto movimentato varia, invece, a seconda del tipo di rimanenza (1 - materie prime, sussidiarie e di consumo; 2- prodotti in corso di lavorazione e semilavorati; 3 - lavori in corso su ordinazione; 4 - prodotti finiti e merci; 5- acconti.

Nel Conto Economico, invece, la variazione delle rimanenze di magazzino è collocata:

  • nel Valore della produzione, alla voce 1 (CE A 1) se si tratta di prodotti in corso di lavorazione, semilavorati e prodotti finiti;
  • nel Costo della produzione, alla voce 11 (CE B 11) se si tratta di materie prime, sussidiarie, di consumo o merci.

 
 
 
 
 


MarchegianiOnLine.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

StoriaFacile.net

SchedeDiGeografia.net

LeMieScienze.net